Cellule Staminali

Il tessuto adiposo è un vero e proprio organo. Durante tutta la vita ha un intensa attività proliferativa, grazie soprattutto alle cellule adipose che si trovano intorno agli adipociti adulti. Si tratta di precursori cellulari che presentano una grande capacità di differenziazione.

Il tessuto adiposo è quindi ricchissimo di cellule staminali mesenchimali multipotenti, con le stesse potenzialità di crescita di quelle contenute nel midollo osseo. Con una differenza: mentre il prelievo di tessuto osseo è più traumatico e la sua disponibilità più limitata, il grasso può rappresentare una fonte inesauribile, di facile e immediata reperibilità.
Da un modesto quantitativo di cellule adipose si può ottenere, attraverso rigorose tecniche di isolamento e di cultura, un elevato numero di cellule staminali multipotenti. Queste ultime sono capaci di differenziarsi, a seconda delle necessità, in diversi tipi di tessuto, tra i quali adiposo, cartilagineo, osseo, endoteliale, muscolare.
Le applicazioni cliniche delle cellule staminali derivate dal tessuto adiposo sono moltissime, utili in molti ambiti della medicina. Nella chirurgia plastica, contribuiscono a rigenerare i tessuti del volto e della mammella, ad esempio per ridare tonicità all’epidermide danneggiata dopo un trattamento antitumorale.
Le cellule staminali sono utilizzate anche per stimolare la ricrescita dei capelli. Questa tecnica, messa a punto in Giappone e da poco sviluppata, permette di ovviare all’alopecia androgenica.
Le metodologie rigenerative a base di staminali adipoderivate sono più di una tecnica: hanno cambiato la professione del chirurgo plastico ed estetico. Visto, fino a poco tempo fa, come un sarto incaricato di mettere in tensione i tessuti, è oggi il professionista che conosce meglio il tessuto adiposo. Lo condensa, lo raffina e lo fornisce agli altri professionisti. Le cellule staminali, oltre che in chirurgia plastica ed estetica, hanno già applicazioni in ortopedia, reumatologia, otorinolaringoiatria, urologia e ginecologia. Ma le loro potenzialità sono ancora da scoprire.

Contatti

Nome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Messaggio

Il Prof. Michele Zocchi, in conformità con l'art. 13 della Legge 196/2003 e successive modifiche, dichiara che i dati personali qui raccolti hanno finalità di registrare l'utente, attivare nei suoi confronti il servizio richiesto e fornirgli informazioni sull'attività ed i servizi di Michele Zocchi, nonché sulle iniziative e le attività promosse dalla stessa. Tali dati verranno trattati elettronicamente in conformità con le leggi vigenti; si garantisce la riservatezza degli stessi e che non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terzi. L'interessato può esercitare in qualsiasi momento i diritti di cui all'art. 7 della suddetta legge (accesso correzione e cancellazione dei dati), rivolgendosi a info@michelezocchi.com